Giorno 32 – profumo di tradizioni

Untitled-1

Diciamolo, siamo attratti dall’arte enigmatica dell’Antico Egitto: Libro dei morti, divinità, mummie, templi. Chi poi ha avuto la fortuna di vedere Abu Simbel è rimasto folgorato… come quel tale sulla via di Damasco. Ancora oggi c’è chi pensa, anche grazie ai film, che le piramidi siano sparse un po’ qua e un po’ là, chi confonde l’Antico Regno con il Nuovo, chi crede di discendere da chissà quale dinastia e qui mi fermo.

2

Senza tanti giri di parole, mi piacciono le forme, le fonti, la storia… così come si presentano. Nonostante la bellezza oggettiva degli amuleti, delle fibre, di tutti quegli oggetti che ho avuto la fortuna di vedere, con il passare degli anni apprezzo i simboli nella loro spontaneità.

La bellezza mi rapisce. La semplicità mi commuove.

Rincorro, fotografo e colleziono le tradizioni popolari, per capire me stessa. Forse.

3

4.jpg

sara

Sara la nera, conosciuta anche come Sara-la-Kali, è venerata come santa dalla comunità gitana presso la città francese di Saintes-Marie-de-la-Mer, Camargue.

Foto: Museo Egiziano, Torino (2017) e Saintes- Marie-De- la-mer (2016)

Altre notizie: https://it.wikipedia.org/wiki/Sara_la_Nera

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...