Giorno 37 – tempesta d’autunno

14.jpg

Da qualche parte ho letto che l’autunno è la primavera dell’inverno. Mi è sempre piaciuta questa espressione. Semplice. Diretta. Pura.

“L’autunno è la primavera dell’inverno”… è un mantra, una ninna nanna che accarezza l’anima.

Non c’è stagione più malinconica, più struggente, più cantata. Non ci fa sognare quanto l’inverno, non ha i modi graziosi della primavera, non è eccitante come l’estate. Eppure l’autunno incendia i boschi, le città e i paesi. Ci commuove.

Un giorno parlerò dell’autunno e di Dickinson…

L’estate è finita

Sono più miti le mattine

e più scure diventano le noci

e le bacche hanno un viso più rotondo.

La rosa non è più nella città.

L’acero indossa una sciarpa più gaia.

La campagna una gonna scarlatta,

Ed anch’io, per non essere antiquata,

mi metterò un gioiello.

(E. Dickinson)

Un pensiero riguardo “Giorno 37 – tempesta d’autunno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...