Giorno 66 – Archeologia

 

42691133_158477911764290_6489549281505366098_n(1)

Gli amanti di Valdaro

Nel 2007, a Valdaro di S. Giorgio di Mantova, durante uno scavo archeologico sono state ritrovate 7 tombe con i defunti in posizione rannicchiata, una pratica in uso nell’Italia del nord tra il Neolitico e l’età del Bronzo. In una di queste tombe si trovavano due individui uno di fronte all’altra con gli arti sovrapposti e intrecciati.  La femmina, che giace sul fianco sinistro, ha un’età tra i 16 e i 20 anni ed è alta 1.49 m, mentre il maschio ha un’età tra i 18 e i 22 anni ed è alto 1.46 m e soffriva di un’anomalia alla rotula. I denti recano tracce di usura e ipoplasia, indice di carenze nutrizionali. I defunti sono stati deposti nello stesso momento, prima la giovane donna, dopo l’uomo. Probabilmente, vista la buona conservazione, erano stati avvolti in sudari. La posizione degli arti intrecciati è legata al processo di dissolvimento dei tessuti molli. Gli strumenti di selce  compongono il corredo funebre.

Museo archeologico di Mantova

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...