365 giorni di ordinaria follia – riassunto

Quando lasciai il mio lavoro, quasi quattro anni fa, lo feci per iniziare una nuova vita. Le cose non sono andate come speravo. Accade. Il saper scrivere sufficientemente bene ma non così bene, o il saper zappare la terra ma non da trarne un lavoro, mi fa sentire una persona irrealizzata. Non ho mai capito … Continua a leggere 365 giorni di ordinaria follia – riassunto

侘 寂 – Sul finire dell’estate

Non è facile spiegare l'espressione giapponese "mono no aware", per farla breve è una sorta di contemplazione collegata alla caducità della vita. La transitorietà della natura ci invita a riflettere. Cogliamo le sfumature, la goccia di pioggia, il vento tra le foglie. 侘 寂 Il Wabi Sabi è l'attimo, il respiro della natura. Bellezza imperfetta, … Continua a leggere 侘 寂 – Sul finire dell’estate

Sulle tracce della felicità – Ultima parte

La radice "fe" di felicità significa prosperità e abbondanza. Hygge è un sostantivo delle lingue danese e norvegese impiegato per definire un sentimento, un'atmosfera sociale, un'azione correlata al senso di comodità, sicurezza, accoglienza e familiarità. Esprime un concetto simile a quella della parola tedesca Gemütlichkeit. Il concetto di Hygge non ha come fine la ricerca … Continua a leggere Sulle tracce della felicità – Ultima parte