365 giorni di ordinaria follia – riassunto

Quando lasciai il mio lavoro, quasi quattro anni fa, lo feci per iniziare una nuova vita. Le cose non sono andate come speravo. Accade. Il saper scrivere sufficientemente bene ma non così bene, o il saper zappare la terra ma non da trarne un lavoro, mi fa sentire una persona irrealizzata. Non ho mai capito … Continua a leggere 365 giorni di ordinaria follia – riassunto

Sulle tracce della felicità

Di viaggi, sono sincera, ne ho fatti parecchi, soprattutto in Europa, ma questo, più di altri, ha rimescolato l'anima. Non è stato il solito viaggio "spettacolare" a cui ero abituata, soprattutto negli ultimi anni. Non ho visto scogliere da togliere il fiato, spiagge color cioccolata, acque turchesi o città scolpite sulla roccia rossastra. Non ho … Continua a leggere Sulle tracce della felicità

La mappa dell’immaginazione

Penso sempre che l'oggettività mi abbia salvata. Sono le distanze che frappongo fra me e gli altri, tra i singoli individui e il branco che talvolta mi fanno apparire incoerente. Che lo sia o meno sono affari che riguardano la mia coscienza. *** Rimango a bocca aperta quando inciampo sulla soglia della bella scrittura. Perché … Continua a leggere La mappa dell’immaginazione