Giugno

Il prato è una riserva di foglie e fiori dimenticati ad asciugare al sole. La terra si screpola. Rivela la ferita. Ogni petalo, ala, zampetta, tronco, radice ha un suo respiro. Voce. Silenzio. Eppure ce ne dimentichiamo. Lascio un po' di acqua per gli insetti e le creature notturne. Attendo. Le notti stellate. Le piogge. … Continua a leggere Giugno

Chissà domani se si potrà contare ancora… le onde del mare

elaborazione improvvisata (non elaboro immagini da aaannnniiii, e si vede) Di cosa parliamo? Mi chiedi, mentre le auto corrono veloci. Un punto, una virgola, due punti. TIC TAC. Sei depressa? Mi domandi, e nel frattempo siamo in agosto. Potrei scrivere un'enciclopedia, farti un riassunto. Mi piacciono le libellule. Non so se sia per la storia … Continua a leggere Chissà domani se si potrà contare ancora… le onde del mare

L’apicoltore

Aurélien Rochefer vive in Provenza, alla fine dell'Ottocento, e vuole fare l'apicoltore. Tra sogni e aspirazioni, finisce in Africa, dove incontrerà mercanti, uomini potenti e la Regina delle Api. "L'apicoltore" è una fiaba di una bellezza struggente. Un racconto breve capace di contenere più storie: quella del deserto, dell'acqua, della follia, dell'avidità, della sensualità, della … Continua a leggere L’apicoltore