365 giorni di ordinaria follia – riassunto

Quando lasciai il mio lavoro, quasi quattro anni fa, lo feci per iniziare una nuova vita. Le cose non sono andate come speravo. Accade. Il saper scrivere sufficientemente bene ma non così bene, o il saper zappare la terra ma non da trarne un lavoro, mi fa sentire una persona irrealizzata. Non ho mai capito … Continua a leggere 365 giorni di ordinaria follia – riassunto

La mappa dell’immaginazione

Penso sempre che l'oggettività mi abbia salvata. Sono le distanze che frappongo fra me e gli altri, tra i singoli individui e il branco che talvolta mi fanno apparire incoerente. Che lo sia o meno sono affari che riguardano la mia coscienza. *** Rimango a bocca aperta quando inciampo sulla soglia della bella scrittura. Perché … Continua a leggere La mappa dell’immaginazione

Il ricettario di Baba Ljuba

Mi piacciono i libri che trattano di "cucina": ricettari, romanzi, racconti, biografie. Ho in comune con la tradizione balcanica il preparare le pietanze a occhio. "... nella migliore tradizione balcanica, tutto viene preparato a occhio, o con pochi quantitativi certi. Può sembrare un modo di cucinare impreciso e spaventare le cuoche alle prime armi. In … Continua a leggere Il ricettario di Baba Ljuba